Sportello di Counseling per gli studenti dell’Università degli studi di Bergamo

Progetto di counseling psicologico.

A partire dall’inizio del 2023, in collaborazione con altre tre colleghe psicologhe psicoterapeute, è stato avviato il progetto sperimentale di Counseling per gli studenti dell’Università di Bergamo. Agli studenti è offerta la possibilità di rivolgersi al servizio per poter avere l’occasione di potenziare le proprie risorse o per discutere di una difficoltà personale in un percorso breve di 6 incontri.

Affettività e sessualità nella disabilità

Progetto di educazione all’affettività e sessualità.

Il progetto è nato nel 2012 presso la cooperativa Agropolis Onlus di Cremona, in collaborazione con gli educatori del servizio SFA e CSE ed è stato pensato a partire dal crescente bisogno di un momento di confronto sui temi dell’ affettività e sessualità per i ragazzi e giovani adulti del servizio.

L’affettività e la sessualità sono temi delicati che fanno parte di una sfera intima e molto personale che può essere difficile condividere con l’educatore di riferimento o con la propria famiglia.
Per questo motivo è stato creato un momento di gruppo in cui i ragazzi potessero confrontarsi con la figura della psicologa sui loro bisogni, emozioni, sentimenti e desideri oltre che dubbi o perplessità. Abbiamo lavorato con differenti strumenti, utilizzando un approccio narrativo-espressivo che facilitasse l’apertura di sè, un aumento della conoscenza del proprio corpo e delle proprie emozioni e sentimenti.

È stata coinvolta anche un’assistente sanitaria dell’ATS per offrire ai ragazzi anche alcune informazioni sulla sessualità dal punto di vista medico-sanitario, in ottica preventiva.
Il progetto, concluso nel 2020, ha dato ai ragazzi la possibilità di conoscersi meglio, esprimersi anche in questa sfera individuale, aumentare la propria autostima, imparare a gestire le proprie manifestazioni emotivo-affettive verso gli altri e a relazionarsi meglio con le altre persone.

Differenti… e se non fosse indifferente?

Progetto di mediazione comunitaria tra pari a scuola.

Il progetto si è svolto nel 2012/2013 presso una scuola secondaria di primo grado della provincia di Milano con l’obiettivo di affrontare in classe il tema della differenza come risorsa anzichè come limite relazionale. Basato sull’approccio teorico della peer- mediation (mediazione tra pari), il progetto, nel corso delle sue fasi, ha portato ad insegnare ai ragazzi il ruolo e le competenze del mediatore  e a formarli a gestire i conflitti che inevitabilmente si creano nei contesti sociali di gruppo come la scuola.

Attraverso spezzoni di film, cartelloni e role- playing, i ragazzi hanno scoperto nuove abilità relazionali e nuove modalità di stare insieme che potessero migliorare il clima relazionale del gruppo classe.

Privacy Policy